Migliori Hardware Wallet per Criptovalute

Se conosci le criptovalute o ne possiedi qualcuna sicuramente avrai già sentito parlare di hardware wallet, detto anche portafoglio di criptovalute.
Il migliore hardware wallet è la scelta più sicura se vuoi tenere le tue criptovalute per lungo tempo e quindi proteggerle da possibili frodi. Infatti le criptovalute sono considerate oggi dai più una riserva di valore, ma lo sono solamente se conservate nel modo giusto.
Un hardware wallet è un portafoglio criptovalute fisico, come si può notare dal nome hard = solido. A differenza del lasciare le proprie criptovalute su di un exchange online, con un portafoglio fisico saremo noi a possedere fisicamente in mano i nostri Bitcoin, Ethereum, Cardano, etc. mentre nel caso precedente si troverebbero in mano ad un intermediario, il quale potrebbe essere vittima di attacchi hacker (seppur raramente).
Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, utilizzare un hardware wallet è facilissimo, sono dispositivi essenziali dato che il loro requisito principale è l’affidabilità; e non devono rompersi o funzionare male per diversi anni (forse anche decenni).
Un portafoglio cripto contiene due informazioni principali, il proprio indirizzo pubblico (per ricevere criptovalute) e una private key (in sostanza la password) per poter sbloccare il dispositivo e accedere alle proprie valute.

Hardware Wallet Ledger Nano S
Hardware Wallet Ledger Nano X
Hardware Wallet Safepal S1 Portafoglio Criptovalute
Hardware Wallet Trezor Model One
Ledger Nano S
Ledger Nano X
Safepal S1
Trezor Model One
USB
USB o Bluetooth
Codice QR
USB
Hardware Wallet Ledger Nano S
Ledger Nano S Hardware Wallet
USB
Ledger Nano X Hardware Wallet
Ledger Nano X Hardware Wallet
USB o Bluetooth
Hardware Wallet Safepal S1 Portafoglio Criptovalute
Safepal S1 Hardware Wallet
Codice QR
Trezor Model One Hardware Wallet
Trezor Model One Hardware Wallet
USB

Cosa sono i Cold Wallet per criptovalute

Gli hardware wallet sono detti portafogli di tipo cold (freddo), infatti sono dispositivi offline, non connessi a internet e quindi al sicuro da attacchi. Questo tipo di dispositivi è un equivalente di una cassaforte: tu sei il diretto responsabile delle tue criptovalute e devi mantenere la tua cassaforte e la chiave al sicuro.
Trattandosi di dispositivi non connessi ad internet necessitano di connettersi a un dispositivo (pc o smartphone) per effettuare transazioni, ma questo processo avviene mantenendo sempre al sicuro la propria private key all’interno del wallet. Infatti tutte le validazioni delle transazioni avvengono interamente all’interno dell’hardware wallet.
Ovviamente, pur essendo al sicuro da attacchi dall’esterno, l’hardware wallet è soggetto al rischio di furto o smarrimento, non dimentichiamocelo… In questo caso è importantissimo ricordare la frase seed del vostro portafoglio (solitamente di 24 parole), vi permette di recuperare l’intero portafoglio su un nuovo wallet.
La frase seed dovrete mantenerla al sicuro su un foglio di carta, possibilmente in una cassaforte, dato che con quella frase è possibile accedere al wallet cripto e recuperare tutto il suo contenuto.

Un’ultima raccomandazione: acquistate SEMPRE, e dico… SEMPRE, gli hardware wallet direttamente dal produttore SOLO sul suo sito web ufficiale. Non fidatevi di canali di distribuzione non ufficiali, perché un dispositivo contraffatto è altamente rischioso. In questo articolo tutti i link di ogni prodotto indirizzano direttamente al sito ufficiale dei produttori di ciascun wallet cripto.

Vediamo adesso i principali hardware wallet, testati e ampiamente utilizzati per la loro affidabilità e sicurezza, ma anche per la loro facilità di utilizzo e come sempre con la massima trasparenza sul rapporto qualità prezzo.

Safepal S1 Hardware Wallet

S1 di Safepal è l’hardware wallet con il miglior rapporto qualità/prezzo in questo articolo, ma che allo stesso tempo non rinuncia a nulla riguardo la sicurezza e le protezioni per le nostre criptovalute.
Il wallet è ultra leggero e ha le dimensioni di una carta di credito, con uno spessore maggiore ovviamente, perché comunque si tratta di un dispositivo elettronico.

hardware wallet safepal s1

Possiede una fotocamera per scannerizzare i codici QR, uno schermo da 1.3 pollici e dei tasti di comando. La batteria è da 400 mAh e può essere ricaricata tramite il cavo USB fornito nella confezione.
Il wallet è 100% offline e non ha bisogno di connessione Bluetooth, Wi-Fi, nfc o cavo USB per effettuare l’autenticazione e le transazioni, infatti per eseguire le transazioni viene utilizzato un QR code che permette di collegare il wallet ad uno smartphone iOS o Android. L’accesso da parte dell’utente viene fatto tramite codice PIN, attraverso un chip livello EAL 5+. Per aumentare la sicurezza delle criptovalute del possessore possiede anche un sistema di autodistruzione dei dati.
Permette di conservare cripto da 21 diverse blockchain per un totale di più di 10000 cripto e token. La quantità di storage è illimitata.

safepal s1 wallet criptovalute

Il pacchetto contiene oltre al Safepal S1 e il cavo usb, anche un panno per la pulizia e tre carte realizzare per conservare le frasi seed. Ribadisco che è importantissimo ricordare le proprie frasi seed per poter recuperare le proprie criptovalute in caso di smarrimento dell’hardware wallet! Infatti tramite la passphrase è possibile importare il portafoglio su un altro dispositivo.

Abbiamo registrato una video recensione del wallet SafePal S1 per voi, guardala su YouTube!

Video Recensione del wallet SafePal S1


Per riassumere, Safepal S1 è un ottimo dispositivo hardware wallet ad un prezzo decisamente economico e vantaggioso, tuttavia non ha funzioni di connettività come altri prodotti ma viene collegato a cellulare tramite QR code, il che può essere un vantaggio lato sicurezza dato che è totalmente offline.

Hardware Wallet Trezor

La Trezor, marchio della Satoshi Labs, è una dei leader nel mercato degli hardware wallet e garantisce massima sicurezza e aggiornamenti costanti dei suoi prodotti, come tutti i marchi scelti per questa guida. Presentiamo i suoi prodotti Trezor One, wallet più economico, e Trezor T, l’attuale top di gamma.

Video Recensione e Tutorial Wallet Trezor One

Trezor Model One

L’hardware wallet One è uno dei prodotti della Trezor, uno dei pionieri nel campo dei portafogli per Bitcoin, progettato da SatoshiLabs.
Ciò che colpisce immediatamente è l’aspetto di questo wallet, infatti è notevolmente differente rispetto ai prodotti concorrenti.

Gli hardware wallet della Trezor infatti somigliano molto a dei tamagotchi per chi se li ricorda, e non a chiavette USB. A parte gli scherzi si tratta di un prodotto altamente affidabile, tutt’altro che un gioco.
I wallet Trezor sono protetti da un pin per l’accesso che protegge dagli accessi indesiderati, mentre in caso di smarrimento il wallet è come sempre recuperabile con la frase seed di 24 parole, generata casualmente all’apertura del portafoglio.
L’accesso da pc è protetto dal PIN, che viene generato sotto forma di una griglia di numeri sullo schermo di Trezor One e deve essere copiato sul computer, per abilitare le transazioni. Questo avviene per ogni singola transazione che si desidera effettuare.
Ovviamente anche nei wallet Trezor, la private key non esce mai dal nostro hardware wallet durante le transazioni.
Lo schermo del modello One è monocromatico trattandosi del prodotto di fascia più economica, e permette di conservare un minor numero di criptovalute rispetto al modello di fascia alta (Trezor T). Infatti il Trezor One non permette di tenere al suo interno monete come ad esempio Cardano (ADA), Monero, EOS e Ripple (XRP).
Tuttavia permette di avere più di 1000 diverse criptovalute e token.

wallet trezor one

Si specifica che Trezor One non ha batterie, perciò necessita obbligatoriamente di collegamento a pc o smartphone per poter effettuare transazioni. Il collegamento avviene tramite cavo Micro USB. In Trezor One esiste la possibilità di inserire un semplice sfondo personalizzato come quello mostrato nella foto.

Trezor Model T

Il model T è la versione premium di Trezor One, permette di mantenere un maggior numero di criptovalute (tra cui ADA, XRP, EOS).

La differenza che si nota per prima è lo schermo, infatti lo schermo del Model T è interamente a colori e touchscreen, per questo il design è decisamente più accattivante.

Altra caratteristica importante, il Model T ha autenticazione FIDO2, che garantisce una sicurezza in più.

Ovviamente questi miglioramenti hanno un costo, infatti Trezor T è un hardware wallet piuttosto costoso, più del doppio della versione economica One. Tuttavia penso che valga la spesa, infatti la presenza di un maggior numero di criptovalute è una differenza piuttosto rilevante, soprattutto se si tratta di prodotti come XRP e ADA che sono altamente scambiati sul mercato. Anche in questo caso la connettività avviene tramite cavo USB, ma stavolta di tipologia USB C.

Hardware Wallet Ledger

Che dire, per molti il nome hardware wallet è stato rimpiazzato dal nome Ledger, come accade per altri marchi che rimpiazzano il nome del prodotto che vendono.
Questo è sinonimo di dominio sul mercato di un prodotto, e non a caso i prodotti Ledger sono i leader sul mercato di portafogli criptovalute.
L’azienda è Francese ed è uno dei principali costruttori di hardware wallet, nonché uno dei primi a lanciarsi in questo mercato, con prodotti di alta qualità e sicurezza ad un prezzo accessibile a tutti.
I due prodotti di Ledger sono Nano S e Nano X, due portafogli cripto essenziali ma con caratteristiche fondamentali che li rendono tra i migliori hardware wallet sul mercato attuale, oltre che i più venduti.

Ledger Nano S

Si tratta del prodotto di fascia economica e più acquistato dai “criptonauti”. Ha la forma di una chiavetta USB e misura solamente 57 mm x 17 mm con il peso di circa 16 grammi.
Viene venduto insieme a un cavo USB, un foglio dove conservare la frase seed del proprio portafoglio e un paio di accessori (collana e anello).
L’attivazione è molto semplice, basta connetterlo tramite il cavo USB al computer e seguire le istruzioni. Molto importante ovviamente, ricordare tutti i dati inseriti in fase di registrazione, come il PIN che sostituisce l’inserimento della frase seed ogni volta (la frase seed è meglio usarla il meno possibile e tenerla al sicuro).
Ledger Nano S permette di installare da un minimo di 5 fino a 18 applicazioni (a seconda delle loro dimensioni) contemporaneamente, per conservare diverse criptovalute nello stesso momento. Le criptovalute disponibili sono elencate sul sito ufficiale Ledger in questo elenco.
Cosa molto importante, il Nano S non possiede batterie ma funziona solamente se connesso ad un computer tramite il cavo USB.

Ledger Nano X

La versione X di Ledger Nano, nonostante l’aspetto pressoché identico all’S ha dimensioni maggiori, e presenta funzioni in più rispetto al modello di fascia economica.
Misura 72 mm x 18.6 mm con un peso di 34 grammi, notevolmente superiore rispetto al modello precedente.
La caratteristica principale che lo rende un hardware wallet migliore è la capacità di conservare molte più criptovalute contemporaneamente, fino a 100 app, mentre il Nano S non permette tali capacità.
Ledger Nano X contiene una batteria interna da 100 mAh che ne giustifica il peso maggiore, tuttavia grazie ad essa ed a un chip Bluetooth può connettersi anche facendo a meno del cavo USB con computer e smartphone.
In questo modo le transazioni possono avvenire anche wireless, ma ovviamente a scelta dell’utente, si può anche connettere attraverso il cavo USB.

Migliori Hardware Wallet per Criptovalute ultima modifica: 2021-05-29T18:09:32+02:00 da Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.