Fai Da Te

[Guida] Controllo e Rabbocco Olio Scooter

In questo articolo parliamo di una delle operazioni di manutenzione ordinaria più frequenti, ovvero come effettuare un corretto controllo e rabbocco dell’olio motore nello scooter.

Probabilmente starai pensando a quanto sia banale, ma evidentemente se sei finito in questo articolo stavi cercando di risolvere qualche dubbio sul controllo dell’olio o sul suo rabbocco.

Innanzitutto per completezza occorre specificare quanto sia importante l’olio motore per il nostro scooter (come per qualsiasi tipo di organo meccanico).

L’olio all’interno del motore svolge diverse funzioni tra cui: lubrificare i componenti meccanici, favorire il raffreddamento del motore e difendere il metallo dalla corrosione. Immaginate come possa funzionare un motore se una (o più) di queste funzioni dovesse venire a mancare… sarebbero guai!

Per questo motivo è importantissimo controllare il livello dell’olio con regolarità, specialmente nei motori dei nostri scooter in cui ne è presente un piccolo volume (solitamente tra 1 e 2 litri).

Controllo dell’olio nello scooter

Il controllo dell’olio è un’operazione molto semplice, ma per effettuare una corretta misurazione bisogna seguire determinate accortezze:

– Posizionare lo scooter sul cavalletto centrale in piano (anche una piccola inclinazione può cambiare la misura).

– Svitare il tappo per il rabbocco olio, il quale solitamente si trova nel lato destro dello scooter, direttamente sul blocco motore.

tappo olio scooter

– Asciugare l’asticella del tappo in moto tale da non lasciare residui.

asticella olio scooter

– Reinserire l’asticella e il tappo nell’alloggiamento.

Attenzione
Fate attenzione a questo passaggio: ogni moto o scooter è diverso, in alcuni casi è necessario solamente appoggiare il tappo alla filettatura, mentre in altri casi bisogna riavvitare il tappo fino in fondo e poi svitarlo; per questo vi raccomando caldamente di leggere il manuale d’uso e manutenzione del vostro scooter, perché una misura sbagliata anche solo di 100 ml può causare gravi danni al motore (soprattutto nel caso ci fosse più olio del dovuto).

Estrarre infine il tappo e controllare l’asticella, il livello dell’olio deve essere tra le due tacche di minimo e massimo, quindi deve bagnarsi di olio nella zona zigrinata.

Se in questa ultima fase doveste notare l’olio vicino alla tacca del minimo, o peggio l’asticella dovesse risultare totalmente asciutta… allora è necessario procedere con un rabbocco.

Rabbocco dell’olio nello scooter

L’olio utilizzato per realizzare questa guida è un olio sintetico specifico per moto Repsol SAE 10W40, API SN. Potete trovare la scheda tecnica a questo link.

Si tratta di un ottimo olio che rispetta le ultime specifiche API uscite nel 2017 e lo trovo perfetto sia per la moto che per lo scooter, inoltre ha un pratico tubicino che si estrae e facilita l’operazione di rabbocco.

Se foste interessati all’acquisto: su Amazon viene venduto in confezioni da 4 litri ad un prezzo conveniente, che aggiunto alla qualità dell’olio, lo rende a mio parere una delle alternative migliori!

Se voleste capire come riconoscere la qualità e le caratteristiche di un olio dalle sigle sul flacone, non potete fare a meno di leggere il nostro articolo dedicato alla scelta dell’olio motore.

Regole da seguire

Il rabbocco deve seguire poche e semplici regole: la prima regola è la scelta dell’olio, il quale deve essere della stessa gradazione SAE di quello già presente all’interno del motore. Se non sai cosa sia la gradazione SAE puoi trovare maggiori informazioni nel nostro articolo citato poche righe fa: in ogni caso l’olio più usato negli scooter è di gradazione 10W40, quindi è probabile che sia quello giusto nella maggior parte degli scooter.

La seconda regola per il rabbocco è quella di non mettere troppo olio tutto insieme, è una regola piuttosto ovvia ma di fondamentale importanza: perché una volta inserito l’olio all’interno del motore non è facile rimuoverlo, e soprattutto una eccessiva quantità di olio crea più danni di una scarsa quantità di olio, a causa delle forti pressioni che causa all’interno del motore.

rabbocco olio scooter
Rabbocco facile grazie al tubicino provvisto nel flacone.

Procedimento

Io solitamente opero in questo modo: Nel caso la misurazione abbia lasciato la tacca totalmente asciutta, procedo inserendo 200ml di olio e successivamente ricontrollo, se dovesse mancarne ancora ne reinserirei altri 200, e così via fino alla prima misurazione con esito positivo.

Vi assicuro che può capitare di trovarsi il motore con più di 400ml mancanti a causa di una perdita, esperienza personale!

Se il livello dell’olio fosse già all’interno delle due tacchette ma vicino al minimo, utilizzo lo stesso procedimento inserendo però solamente 100ml alla volta. Solitamente la differenza in termini di millilitri tra la tacca del minimo e quella del massimo è di circa 300ml, per cui inserendone 100 alla volta non rischiate di superarla.

Una volta che la misurazione vi avrà soddisfatto potrete richiudere il tappo, senza dimenticare di controllare anche la guarnizione dello stesso: alcuni tappi dell’olio possiedono una guarnizione in gomma, che se usurata o secca, lascia uscire delle piccole perdite di olio che seppure impercettibili rischiano di causare in poco tempo una riduzione del livello.

Uno dei modi per notare perdite è di controllare a vista il blocco motore e i lati del tappo dopo l’utilizzo dello scooter, per questo motivo è molto importante mantenere pulita la zona del blocco motore intorno al tappo dell’olio, altrimenti non notereste eventuali perdite (anche questo frutto di esperienza personale).

Spero che la guida sia stata utile, non dimenticate di leggere anche la guida alla scelta dell’olio motore e di lasciare un commento o condividere l’articolo nel caso vi sia piaciuto!

[Guida] Controllo e Rabbocco Olio Scooter ultima modifica: 2019-06-06T21:41:58+01:00 da Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.